Il Volo della Nota

  • Stampa

2008 sailor-66tradio-museo

Il Volo  della Nota

Diverse volte  ho avuto modo in telegrafia soffermarmi  a riflettere sull'importanza che ha  avuto nella sua origine e di quella  che ha generata nel suo percorso fino ai nostri giorni; più mi diletto a praticarla, noto immancabilmente  spigolature che accrescono nella narrativa la Nota; mi accorgo che può essere  reversibile arrivare ad ascoltare la Nota telegrafica  prima solo con un approccio, perchè debuttante di compagnia  di comunicazione, che ti impegna a scrivere kilometri di messaggi; poi scrivere per passione più lettere comunicandole a posti lontani a corrispondenti  importanti.  " sistema di telecomunicazione che interviene in ogni opzione che assicuri la trasmissione e riproduzione  a distanza del contenuto di qualsiasi documento scritto  stampe  immagine fisse"

La Navigazione  la più vecchia scuola  dai Romani ai Greci fino ai nostri giorni, non so sè si possa dire  con certezza che la POLARE configurata con la sua presenza nella storia, prende piede  con essa la storia della Navigazione.

Al seguito dei Romani e dei Greci  il Mediterraneo   si pose  come baluardo  per tutto l'oriente  punto fermo di tutte le civiltà  del Mare. Valore che  parla della Polare è dato perchè   ogni pilota porta con sè  questo riferimento  che  ti permette di Navigare  Orientarsi  sul mare; orientarsi nelle stelle del cielo. Interpretare   una scala di valori che non si separa in ogni suo livello da ciò che è dato alla Radio: è il Ritmo  ovvero  quello che l'uomo il pilota  definisce  sentirlo come una corda  legata alla mano seduto al tasto e poter saltare su di esso ad ogni interpunzione, ripeto non può non essere che il nostro Ritmo che lavora instancabilmente su ogni  frequenza.

La Radio  e la Radionavigazione  per il Marconista  che  muove disimpegnandosi dalla radio stessa  o scatola RTX per impegnarsi al TIMONE di comando sul ponte della NAVE  non è un'invenzione ma tutt'altro, sempre pronto come il primo dei Marinai  impegnato a comunicare  con i gradi del comando orientandosi per mantenere  la Rotta della Nave. Chi  può smentire  che  le notti  illuminate dalla  polare  stella del Nord alto nel cielo ha navigato in mari oceani anche dopo l'aiuto del Sestante   macchina che per certi versi si impegna di giorno a trovare  il Sole di mezzogiorno e allo stesso modo di notte poter puntare tutte le stelle  possibili  orientatrici. Sono passati anni che  il ponte di comando di Navi con piloti che  animano solcando tutti i mari , impegnano risorse  molteplici fino ai nostri  giorni per assicurare  la prua  all'oriente,tenendo fermo  come punti   fissi tutti  i  passaggi dal timone della polare del nord all'ultimo ritrovato  ascendente  satellitare  il GPS "global position  sistem" .

Termini, definizioni, particolari, coniati ad OK,per ciò che la materia  usata possa  trarre  spiritualità  all'arte della Navigazione. Il Morse  per eccellenza ha portato un ripercorrere molteplice   di tappe  affinando lo stesso concetto di cui il pilota si rende partecipe alla Navigazione.

Parlare di questi  meccanismi elettronici o di nota telegrafica pura  perchè ascoltata allineando gli acuti orecchie indispensabili sentinelle  degli occhi del pilota, lo ha imparato  perchè ha impostato la rotta dell'asta graduata del segnale ricevuto sulla rosa dei venti  del Radiogoniometro; lo ha imparato perchè ha impegnato gli occhi  sul Radar per poter vedere anche con la nebbia; lo ha imparto perchè ha fatto di più andando come un lupo di mare volando su gli oceani, tornando a scuola di volo.

In Aereoporto  con la torre di controllo che presenzia  come il ponte di comando di una portaerei, ore ed ore di  lezione ma anche ore di volo, disimpegnandomi tra il volo a vista , ed il volo strumentale; ho praticato alcuni aerei ma anche piloti  istruttori . Importante è essere cosciente di avere delle ali che ti  sorreggono il resto sono gli strumenti la Radio per comunicare con la torre e confrontare  la strumentazione disponibile.

Per una  Rotta sostenuta nella distanza bisogna  navigare con carte nautiche stimare su di esse  con matita e compasso i tempi di percorrenza e di destinazione come in una Nave. Di più mi è parso attuare  per stimare una rotta , indispensabilmente dal GPS che ha rivoluzionato  facilitando la rotta; tracciare  linee  da  punto a punto  e trovare   posti  come  ripetitori, in  località  mappate cartograficamente su tutta la superfice  nazionale di ogni stato, per  trovare i VOR  Radiosentiero  omnidirezionale,che  trasmettono a una fissa frequenza  ma diverse  fra di loro;  per cercare il VOR  che  ha posizione ,longitudine , latitudine, ma che soprattutto lancia segnali  lettere in codice morse il nominativo di riferimento che Accerta l'area  localizzata  rilevata  al suo passaggio in volo.

Precedentemente  sulla  carta abbiamo stimato punto-punto tutte le stazioni VOR ripetitrici che conosciamo ,LOG-LAT. Lettere di appartenenza e frequenze  riportate sotto il simbolo di VOR stampate su carta  dall'istituto di Navigazione,vanno prelevate e impostate sulla strumentazione per ottenere risposta automaticamente al passaggio sull'area  dove staziona  il VOR; attraversato uno di essi sulla carta  si passa  all'impostare  il successivo.

Si può semplicemente optare  per l'amante della  Nota pura  selezionare  sulla  strumentazione l'ascolto del VOR ed aspettare  di  intercettarlo prossimo al suo passaggio,lo si può fare  con cuffia  ma anche senza e sapere di essere in quel preciso  momento  sulla carta che riproduce i tracciati le  linee che anno congiunto punto-punto la rotta designata con matita; quando il VOR  insieme  alla nota ,indica con la freccia  la sua presenza  sulla  strumentazione.

Adesso  si può  semplicemente  leggere l a freccia  del GPS che si posiziona a N_E_S_W  per seguire  tutte  le rotte  e non  perdersi per nessun verso.

Sembra  una gerarchia  superiore   quella dell'ascolto  è vero  anche  che non finirà  mai di sentire  all'orecchio ciò che è importante  per  manovrare  di conseguenza  quindi  dialogare   con microfoni  per assicurarsi   messaggi    importanti  , di  certo è facilitato  vedere  riprodotto   scritti  e messaggi  su qualsiasi   schermo  ma  il passato  la storia  ci ha insegnato  percorsi  sentieri  che  sono stati assicurati  nell'ascolto  per poter  scrivere  impostare coordinare  movimenti e idee.

Superando  ogni ostacolo  doganale  in uno dei tanti voli addestrativi  sono  riuscito  ad impostare  sul mio  portatile  Radio  con applicazione  software  A.P.R.S. automatic  position resulting  system. L'icona   visibile   di Aereoplani

Leggeri, con il mio nominativo  amatoriale   lavorando l'area  di osservazione ad alta quota con GPS  incorporato e sensori  di pressione  temperatura  e velocità, credo indispensabili quest'ultimi per chi conosce  le apparecchiature di bordo aereo  come  lavora in altimetria  e  girobussola.L'Utilizzo del mio  software  in parallelo alle strumentazioni di bordo è stato   collimare  a  controllo  certosino  HI  HI  velocità   altimetria   QNH-Pressione ad alta quota, sempre il software  con il rivoluzionario GPS  incorporato che  ti lascia  con  facilità   seguire  la rotta  in ogni suo punto praticamente stimato allo stesso modo  delle strumentazioni   che  offre la plancia  dell'aereo,  per il volo stesso  obbliga il pilota  ad  osservare a più  letture  senza   distrazione  HI  naturalmente.

Insomma  per  capirci l'uso parallelo  della  mia radiolina  portatile come sè fossi  in macchina; ho  ripetuto il mio nominativo su oltre 40 DIGI-PATH  che  mi hanno visto sulla  carta .Non ti regalano  la patente  di pilota  semplicemente perchè puoi  utilizzare  e governare  con una radio portatile. Potrei  legato alla guida  di un CESNA con  autorizzazione  aereoportuale   guidare  con solo  ascolto radio  intercettando  questi ripetitori  areonautici VOR  il loro canto  inconfondibile  seguendoli  con cuffia a ritmo del  suono  rilevarli  e confrontarli  su carta  geografica  assicurandomi  la giusta  polare  o volo   direzionale; altri  canti  di questo   suono  sono  applicativi al  radar  trasponder  di sicurezza   che  si differenzia  con vari codici che  parlano  di avaria-incendio-pirateria- dirottamento.

Sono  entusiasta   di avere la  certezza che di questo nostro  modo di  dialogare  con il tasto e orecchie  per  vedere perchè  ha  piedi  in terra  in mare  in cielo, trarre  da esso la  materia  governatrice  punto  fermo  nella storia   di un  unica  e   formidabile   invenzione  sostenitrice  dell'uomo e la sua navigazione.

 

 

IZ6BUV

Leo Carnesale

INORC    #370

Gessopalena  Via  Peligna 23/7 (CH)

Tel-0872988608